Promo Castello di Bianello Promo video castle of Bianello

J.S.Bach - Prelude from Suite No.1 in G may for Cello Solo di Simone Masina

Il Castello di Bianello

Il Castello di Bianello

Sulle prime colline dell’Appennino reggiano, balcone naturale della pianura dove si possono scorgere le Alpi nei giorni sereni, il Medioevo ha lasciato ancora, perfettamente integrate con la vita moderna e i suoi agi, le vestigia di un passato glorioso ed affascinante.

Quattro Castella, considerata ancora ai nostri giorni luogo privilegiato di villeggiatura per le sue caratteristiche naturali e per la vicinanza a Reggio Emilia, ospita quattro colli i cui nomi, da levante a ponente, sono Monte Vetro, Bianello, Monte Lucio e Monte Zane, sui quali sorgono altrettanti castelli di cui solo quello di Bianello si è conservato integro nella sua struttura di splendida residenza storica.

Sul colle di Bianello forse già dalla prima metà del X secolo esisteva una torre di avvistamento odo una qualche forma di apprestamento difensivo ma notizie certe della sua esistenza le possediamo soltanto a partire dall’anno 1044. La sua storia si lega però strettamente alle vicende del castello di Canossa e soprattutto agli eventi che hanno avuto come protagonista la Contessa Matilde di Canossa che in quel castello ospitò gli imperatori Enrico IV ed Enrico V.

Costruito a pianta poligonale con basamento a scarpa, è strutturato come un corpo principale quadrangolare con corte interna e da una appendice che si sviluppa sul fronte nord-occidentale; la sua struttura evidenzia sviluppi ed aggregazioni in successione cronologica a partire dal nucleo originario costituito dalla torre collocata sul lato occidentale articolata su cinque livelli.

Il contesto nel quale si colloca il sistema dei castelli della collina reggiana è segnato da una mirabile integrazione tra forme del costruito medievale ed assetto geologico, che dà origine ad un insieme paesaggistico con caratteri di eccezionalità nel contesto paesaggistico regionale: uno stretto connubio tra valori naturalistico - ambientali ed interventi architettonici che ha prodotto nei secoli un’immagine unica ed irripetibile.

Nel suo insieme la proprietà, estesa per 1.337.696 mq. occupa una significativa porzione del Comune di Quattro Castella. Tutto il complesso, acquisito nel 2002 alla proprietà pubblica da parte dell’Amministrazione Comunale, è sottoposto a vincolo di tutela del vigente Codice dei Beni Culturali.

THE CASTLE OF BIANELLO

On the first hills of the Reggio Apennines, the natural balcony of the plain, from which you can see the Alps on clear days, the Middle Ages leave the vestiges of a glorious and fascinating past, perfectly integrated with modern life and its comforts.

Quattro Castella, still considered today as a privileged holiday resort due to its natural peculiarities and proximity to Reggio Emilia, hosts four hills whose names, from east to west, are Monte Vetro, Bianello, Monte Lucio and Monte Zane. Four castles stand out upon them, of which only that of Bianello has been preserved intact in its structure of magnificent historic residence.

On the hill of Bianello, perhaps as early as the first half of the 10th century, there was a watchtower or some kind of defensive building, but we have certain statement of its existence only from the year 1044. Its history, however, is closely linked to the one of the castle of Canossa and, above all, the events that had as a protagonist the Countess Matilde di Canossa (Matilda of Tuscany), who hosted the Emperors Henry IV and Henry V in that castle.

Built on a polygonal plan with a “shoe” base, the castle is composed of a quadrangular main body with an inner courtyard and an appendix on the north-western front; its structure shows developments and aggregations in chronological succession, starting from the original nucleus consisting of the tower located on the western side, which is built in five levels.

The context in which the group of castles of the Reggio hills is located is marked by a commendable integration between Medieval constructions and geological features, which gives rise to a landscape with unique characteristics in the regional context: a close connection between naturalistic-environmental values and architectural interventions that over the centuries have produced a unique and unrepeatable image.

The property as a whole, extended for 1,337,696 square meters, occupies a significant portion of the Municipality of Quattro Castella. The whole complex, acquired in 2002 to public property by the Municipal Administration, is subject to the protection constraint of the current Code of Cultural Heritage.

ORARI DI APERTURA/SCHEDULES

Facendo seguito al nuovo DPCM del 3 novembre 2020, nell'ottica del contrasto al Covid 19, viene disposta la chiusura del castello di Bianello

Following the new Prime Ministerial Decree of November 3, 2020, with a view to contrasting Covid 19, the closure of the castle of Bianello is ordered

 

Informazioni, prenotazioni/information and reservations

Gruppo Storico Il Melograno

Mariagrazia cell. 339-2313875; Rita cell. 333-2319133

gruppostoricoilmelograno@gmail.com

C'era Una Volta/ Once upon a time

RISTORANTE I TRE TENORI AL BIANELLO

Nella cornice del Castello si trova il Ristorante i Tre Tenori al Bianello dove, la quiete, piccoli angoli di storia ed un’atmosfera senza tempo, si incontrano con il gusto, la ricerca e la tipicità.

In the setting of the castle is the restaurant i Tre Tenori al Bianello where, the quiet, small corners of history and a timeless atmosphere meet taste, research and typicality.

Contatti/Contacts

via Bianello, 8 - Quattro Castella (RE)
tel. 0522.1751552

bianello.ristorante@gmail.com

https://borgobianello.business.site/

Questo sito utilizza solo cookie tecnici propri e di terze parti per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Premendo il tasto "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all'uso dei cookie. Per avere maggiori informazioni sui cookies, leggete la nostra cookie policy.

Accetto i cookies da questo sito.